Recensioni




>TORNA INDIETRO<


Gita sociale scialpinistica, Cima di Entrelor (3.430 m), 14/05/2017

Che dire, meglio di così non si poteva fare!

I nostri brillanti direttori di gita, Giovanni e Liliana, con una condotta di gita magistrale, hanno condotto in cima (sia chiaro, abbiamo detto cima, non antecima!) tutti gli 11 partecipanti, inclusi due famosi “ragazzi degli anni 40”.

I direttori di gita avevano previsto tutto, incluso lo scambio sci per il tratto di portage nel bosco e gli aiutini per chi stesse raschiando il fondo del barile.

Ma andiamo con ordine: partenza puntualissima alle 6 tra lusco e il brusco, quindi senza frontalini. Giovanni si carica gli sci di Franco (più pesanti) e lascia i suoi (superleggeri) a Franco; Liliana fa lo stesso con gli sci di Silvana (GRAZIEEEE!). Il bosco è privo di neve tranne che nell’ultimo tratto dove sprofondiamo un po’, ma arriviamo alla croce come da tabella di marcia e finalmente calziamo gli sci. Nella notte è piovuto e la neve è crostosa; dopo un po’ dobbiamo mettere i coltelli e … Franco si accorge di averli dimenticati: attimo di panico, ma Luca G. gli offre i suoi e va brillantemente su di lamina. Giovanni fa il passo come un metronomo, e tutti riusciamo a seguire senza affanno, con Liliana che motiva i fanalini di coda e non li lascia desistere. Sembra anche che in due occasioni (una volta in salita e una volta in discesa) abbia tirato fuori dalla tasca dei misteriosi  aiutini per un paio di ragazzi in crisi (niente nomi, please). Entriamo in zona neve fresca, e Giovanni procede battendo inesorabile. Arriviamo a un traverso un po’ tanto carico, procediamo con prudenza uno a uno (perdendo parecchio tempo, ma è tempo ben perso) e finalmente mettiamo il temibile traverso in archivio (almeno fino alla discesa). La salita si fa più ripida e i cambi di direzione più faticosi. Lino dà il cambio a Giova nella battitura; finalmente la pattuglia di punta arriva in vetta, e alla spicciolata tutti gli altri, con Liliana che fa da scopa: abbiamo fatto 1.707 m di dislivello, siamo in un luogo meraviglioso, e siamo felici.  Festeggiamo via radio con Dona, Marisa e Michela che sono salite alla croce a piedi. Arriva in vetta il capofila di un gruppetto del CAI Albiate (BG), un tipetto da Mezzalama, e ringrazia Giovanni per “la traccia perfetta”. Le foto si sprecano, spelliamo e iniziamo la discesa, con grande prudenza nel traverso e poi con grande godimento per la neve fresca: “la prima discesa invernale della stagione” osserva giustamente Luca G. Ovviamente la farina non dura fino alla fine e a un certo punto dobbiamo affrontare il marciume: la parola d’ordine a questo punto è “portiamo a casa le gambe”, e ci riusciamo. Arriviamo alla croce, dove ci aspettano le ragazze, ulteriori festeggiamenti e poi giù nel bosco prima in sci, poi a piedi. Doccia, birre, panini e si torna a Savona.

Riepilogando:

Partecipanti: Alberto, Franco, Lino (CAI Varazze), Luca G., Luca P., Piero (CAI Albenga), Rino, Silvana, Silvia

Team di supporto: Dona, Marisa Michela

Direttori di Gita: Giovanni e Liliana ai quali va per acclamazione l’Oscar per i migliori DdG 2017

Grazie a tutti,

una ragazza degli anni ‘40                                            foto di Rino e Liliana

Pubblicata il 16 May 2017 da caisavona


I vostri commenti


Inserisci il tuo commento


Nome Utente:
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 


| Dimenticami
Powered by CuteNews

 

Design downloaded from free website templates.